L’autunno è arrivato, con i suoi colori caldi e le sue feste. Le scuole sono ricominciate ed è arrivato il momento di fare un po’ di pulizia negli armadi, cercando di capire quali sono i capi salvabili dall’anno precedente e quali è necessario riacquistare. Con l’arrivo dei primi freddi, molti genitori sono portati a coprire il più possibili i propri figli, senza contare che la stagione autunnale è capace di regalare ancora belle giornate di sole abbastanza caldo e che i bimbi tendono a muoversi molto più degli adulti, arrivando a sudare molto durante le ore di gioco. Come regolarsi, quindi, con l’abbigliamento autunnale, per evitare di creare disagi ai propri bimbi?

Ecco allora qualche consiglio su come scegliere i vestiti per affrontare questa stagione di mezzo.

mondopiccino_consigli_inverno2

L’abbigliamento “a cipolla”: mai come in autunno!

L’autunno è la stagione ideale per adottare il famoso “abbigliamento a cipolla” da noi affrontato spesso degli articoli precedenti: strati leggeri coperti da una maglia o, meglio ancora una felpa, il tutto protetto da un comodo giubbotto. Per le prime settimane autunnali, in cui le temperature sono ancora gradevoli, evitate ancora sciarpe e cappelli di lana pesante: ottengono solo il risultato di far sudare i bambini inutilmente, rovinando le mille occasioni offerte da questa magica stagione per correre e giocare all’aperto. Optate per un semplice cappellino estivo, che fornirà la giusta protezione dal sole senza far soffrire di caldo il vostro bimbo. Se la giornata è limpida e soleggiata e il bambino trascorrerà le ore più calde all’aperto, sopra la magliettina intima potete ancora usare una maglietta in cotone dalle maniche corte, mentre se la giornata si presenta uggiosa e più tipicamente autunnale, meglio le maniche lunghe. In ogni caso, terminate l’abbigliamento con una felpa, possibilmente con cerniera, comoda e pratica perché il bambino possa liberarsene quando la temperatura si alza.

Un altro punto critico riguarda i pantaloni. Le gambe sono meno sensibili agli sbalzi di temperatura: per questo motivo, il miglior consiglio è procurarsi dei buoni jeans che vadano bene per tutta la stagione: riparano dal vento, sono semplici da lavare e stirare e non tengono troppo caldo quando il sole fa capolino tra le nuvole.

Per ripararsi dalle temutissime piogge autunnali e dalle folate di vento improvvise, un bel giubbotto è d’obbligo: esso deve essere pronto per ogni evenienza, possibilmente di un tessuto impermeabile. Risultano molto pratiche e poco ingombranti le mantelline da pioggia, da portare sempre con sé in borsa (possono essere chiuse su se stesse come un marsupio). Per affrontare sempre la pioggia, non bisogna mai dimenticare dei buoni stivaletti di gomma ai piedi, che proteggano i piedini dei vostri bimbi e, allo stesso tempo, permettano loro di saltare nelle adorate pozzanghere.

 

Tessuti autunnali per correre spensierati tra le foglie

Per quel che riguarda i tessuti, il consiglio è sempre lo stesso se si tratta di bambini, soprattutto molto piccoli: scegliere il cotone naturale al 100%, che consente alla pelle di respirare proprio ora che gli sbalzi di temperatura sono più frequenti e che previene le allergie da contatto che certe fibre sintetiche possono provocare sulla pelle delicata dei bambini.

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA