Quale mamma non ha mai affrontato una sfida mattutina contro i propri figli, che non vogliono mettere il maglioncino o la sciarpina per andare a scuola? Tutti ci siamo passati almeno una volta e lo sappiamo: a volte vestire i bambini diventa una vera e propria un’impresa, soprattutto in inverno: alcuni non sopportano i cappottini, le sciarpe e i cappelli, soprattutto perché si sentono costretti e non liberi di correre come in estate. Come sappiamo però è necessario coprirli al meglio per evitare raffreddori ed influenze.

Come vincere questa guerra all’ultimo cappottino? Vediamo 5 consigli per vestire al meglio il proprio bambino in inverno…senza rinunciare allo stile!

mondopiccino_consigli_inverno3

1) Libertà e fibre naturali

Un bambino deve sempre essere libero di muoversi, di giocare, di correre e di sentirsi comodo, anche indossando cappotti di alta moda. Per vestire in maniera corretta un bambino nella stagione fredda, il primo consiglio è quello di scegliere le fibre naturali (come il cotone): queste, infatti, permettono alla pelle di traspirare, di non fare cattivo odore e di far stare comodi i vostri piccoli, anche nell’eventualità di colpi di calore o corse improvvisate.

Oltre al cotone, altre fibre naturali che si possono utilizzare sono: Lana, Modal, Viscosa e Microfibra.

 

2) Cipolline in vista

Imondopiccino_consigli_inverno2n inverno, gli strati di vestiti sono indispensabili. Se i vostri bimbi, infatti, cominciano a giocare, a correre e, di conseguenza, a sudare, con un abbigliamento a “cipolla” sarete liberi di svestirli quando sentono troppo caldo e di ricoprirli per non fargli prendere freddo quando sono sudati e smettono di giocare. Come capire se, una volta
riposati, iniziano a sentire freddo? Toccate fronte collo: mani e piedi tendono sempre ad essere sempre più freddi perché all’estremità del corpo. Per avere una prova certa della reale temperatura del piccolo, la fronte e il collo sono i punti ideali, perché in essi scorrono grandi quantità di sangue.

 

3) Protezioni dal freddo SEMPRE PRESENTI

La protezione data da sciarpa, berretto e guanti è indispensabile, soprattutto se il bimbo passa tanto tempo all’aperto. È ideale anche far indossare una canottierina e calzettoni sempre in fibre naturali per proteggerli dall’umido (nel rispetto dello stile a cipolla di cui abbiamo parlato prima): nel caso il bimbo sia tanto sudato, potrete toglierli, evitando così che il sudore si asciughino addosso e possa fargli sentire freddo. Ricordate sempre di evitare maglioni o capi troppo corti che fanno restare il pancino del bambino scoperto e al freddo: potrebbero scatenare brutti mal di pancia o raffreddori inutili.

 

4) Allegria, colori e fantasia

I bambini hanno bisogno di colori e fantasia nelle loro giornate, a cominciare mondopiccino_consigli_inverno1dai loro vestiti. Scegliete cappotti dai colori allegri, berretti e sciarpe con disegni e cartoni animati ricamati sopra e motivi allegri sulle maglioncini: scoprirete che, se questi elementi sono presenti, i bambini saranno più propensi a sfoggiarli con gli amichetti, evitando quelle inutili battaglie alla mattina per non indossare sciarpe e guanti (se grigi e spenti). Con allegria e colori il vostro bambino si farà vestire al meglio per le temperature più basse.

 

5) E per concludere…comodità

Ultimo consiglio della nostra rassegna: optate sempre per la scelta di abiti comodi. Un bambino, anche d’inverno, necessita di maglioni, felpe e tute morbide per muoversi liberamente e, nello stesso tempo, perfette per non sentire freddo. La miglior scelta è quindi quella di scegliere abiti con imbottitura felpata, acquistando tute felpate o di pile: i bimbi si sentiranno così al caldo e coccolati anche durante una partita di rubabandiera o di calcio in giardino.