La bella stagione, il caldo, il mare e la montagna: con l’arrivo delle vacanze i bimbi sognano spiagge assolate e castelli di sabbia…mentre noi mamme vediamo moltiplicarsi i dubbi e le paure su come vestire al meglio i nostri piccoli, evitando raffreddori e insolazioni. Non abbiate paura: seguendo questi semplici consigli, vivrete anche voi al meglio la stagione estiva e lascerete i timori chiusi nello sgabuzzino di casa!

mondopiccino_estate_spiaggia_bambina2

1) Abbigliamento giusto per l’età giusta

Prima di cominciare, è necessario distinguere tra neonati e bimbi più grandi: se il vostro bimbo è venuto al mondo da poco o, addirittura, prima del tempo, non ha certamente una regolazione della temperatura corporea corretta e uguale a quella dei bimbi più grandi. Fino ai primi 3 mesi di vita, la regolazione della temperatura è poco sviluppata e, dato che la frequenza cardiaca è molto più elevata rispetto a quella di un adulto, i neonati tendono a sudare molto facilmente e molto più copiosamente.mondopiccino_estate_spiaggia_bambina_mamma2

E’ bene, quindi, almeno fino al primo mese di vita e se all’inizio dell’estate, vestire i nostri eroi con uno strato in più rispetto a quello che mettiamo noi; nei mesi caldi come Luglio e Agosto, proprio per la loro frequenza cardiaca più alta, è necessario invece lasciarli un po’ più svestiti: quando siamo in casa, lasciateli solo con il body o con i pagliaccetti, tenendo sempre i calzini.

Quando uscite, invece, il berretto è obbligatorio: i neonati infatti disperdono molto calore dalle estremità, soprattutto dalla testa; il berretto, oltre che per evitare inutili dispersioni di calore e scongiurare colpi di sole, è importante anche per evitare problemi alle orecchie qualora ci siano raffiche di vento improvvise.

Per quanto riguarda i bimbi più grandi, invece, il consiglio migliore è vestirli “a cipolla” (come ricordato nei post precedenti), in modo tale che possiate svestirli o vestirli in caso di cambiamenti di temperatura o sudate improvvise; utilizzate inoltre capi in cotone, evitando le fibre sintetiche che possono causare irritazioni e allergie.

 

Praticità, comodità e colori!

I bambini già grandicelli, piccoli esploratori e curiosi del mondo, dovrebbero avere nell’armadio tanti pantaloncini al ginocchio, pinocchietti e t-shirt a maniche corte da abbinare a golfini leggeri (soprattutto se volete fare una passeggiata dopo il tramonto). Per quanto riguarda  le vostre principesse, invece, l’estate è la stagione buona per dare libero sfoggio ad abitini e t-shirt colorate, gonne corte e pantaloncini.

mondopiccino_estate_spiaggia_bambina_mammaUltime, ma non meno importanti, le scarpe: sia per i maschietti che per le femminucce, il consiglio è di acquistare calzature leggere e traspiranti, come i sandali. Molto comuni durante l’estate, i sandali uniscono la comodità e la leggerezza richieste dalla stagione, ma attenzione a scegliere quelli giusti: alcuni tipi di sandali possono far male ai piedi del bambino. Per i bambini sotto i tre anni optate per sandali con cinturini in velcro, specialmente quelli con cinturini alla caviglia, che possono essere allargati a piacimento qualora irritino la pelle.
Se ai vostri piccoli non piacciono i sandali e preferiscono scarpe chiuse, le sneakers o le scarpe da tennis sono sempre l’ideale, ma preferite quelle in materiale traspirante (evitando così il ristagno del sudore) e comodo per correre in piena libertà

Che siano maschi o femmine, che conducano una vita attiva o no, le parole d’ordine per l’abbigliamento estivo devono essere praticità, comodità e colori! Date libero sfogo alla gamma cromatica del loro armadio e vedrete i vostri figli felici e liberi di divertirsi in un turbinio multicolore.