Le ore di sole si stanno facendo più lunghe e più calde ogni giorno che passa e, con esse, si allungano e crescono a dismisura le preoccupazioni delle mamme sul benessere dei propri figli: “Sentirà troppo caldo? E se, invece, sentisse freddo? Come faccio se suda e si ammala?” sono le domande più frequenti che ogni giovane genitore si trova a chiedersi appena il clima diventa più mite.

L’abbigliamento estivo più adatto è sempre un’incognita all’inizio della stagione, ma c’è una sicurezza riguardo il tipo di tessuto da scegliere in qualsiasi caso: il cotone. Questa fantastica fibra naturale è l’ideale per proteggere il bimbo dagli sbalzi di temperatura, purtroppo molto frequenti a partire da maggio/giugno.

mondopiccino_summer

Il cotone: fibra naturale magica

La storia del cotone è vecchia di secoli, addirittura di millenni. Coltivato in tutto il mondo (dal Pakistan al Perù), è sempre stato considerato un’ottima fibra per la fabbricazione di abiti e accessori, a causa della sua versatilità e delle sue proprietà:

  • Ha un comportamento anelastico, per cui è più tenace se umido;
  • Ha una buona stabilità a contatto con l’aria;
  • Lascia sulla pelle una sensazione di freschezza;
  • A seconda della sua lavorazione, è adatto sia in inverno che in estate.

Forse proprio per questo ultimo aspetto, il cotone è sempre stato privilegiato per la fabbricazione di una così grande varietà di indumenti: abiti, magliette, calze, guanti, cappelli, adatti sia per i climi più miti e caldi sia per le temperature più rigide.

La scelta dei capi in cotone per i nostri figli

Essendo una fibra al 100% naturale, il cotone viene particolarmente apprezzato e utilizzato per confezionare abiti e monodpiccino_summer3vestiti per i bambini, la cui pelle è molto più delicata e sensibile rispetto a quella degli adulti: lascia traspirare bene la pelle e non fa ristagnare il sudore, evitando, in particolare in estate, irritazioni e infezioni alla pelle (come la sudamina, un’irritazione della pelle causata dall’occlusione delle ghiandole sudoripare).

Qualora la temperatura sia soggetta a sbalzi improvvisi, a causa per esempio dell’aria condizionata in luoghi chiusi, un ottimo consiglio è avere sempre a portata di mano un golfino o una maglietta a maniche lunghe, sempre in cotone, per evitare raffreddori estivi o mal di gola insorti a causa del contatto sudore-aria fredda.

I capi irrinunciabili per i nostri figli nella stagione estiva, realizzati tutti in cotone, sono:

  1. canottiere smanicate;
  2. pantaloncini;
  3. abitini leggeri;
  4. maglioncini di filo o felpe di cotone;
  5. cappellini con visiera;

mentre per i più piccoli:

  1. body in cotone leggero;
  2. pagliaccetti;
  3. calzini di cotone;
  4. copertina di filo;
  5. cappellini.

Le case di moda come Fendi, Il Gufo, Naturapura e Per te hanno realizzato linee dedicate ai bambini adatte alla stagione estiva, andando incontro alle loro esigenze di comodità e libertà, ma tenendo sempre conto delle preoccupazioni dei genitori per il loro benessere.

Canottiera in cotone in estate? Cosa fare se insorge un colpo di calore?

Un’altra domanda che, agli inizi dell’estate, le mamme cominciano a chiedersi è: “Posso far togliere la canottiera (o il body) al mio bambino?” mondopiccino_summer4

Se la temperatura è stabile sui 30 gradi, potete anche far togliere la canottiera o il body ai vostri bimbi; se invece il tempo è ancora piuttosto instabile e le temperature hanno picchi di caldo/freddo allora è meglio tenerla, in quanto la canottiera protegge dagli spifferi di aria fredda che colpiscono stomaco, bronchi e reni. Attenzione a cambiare la maglietta se il piccolo ha sudato molto per evitare che il sudore si asciughi addosso.

Ultimi consigli riguardo al temutissimo colpo di calore, malanno sempre in agguato, soprattutto sotto il sol leone di luglio e agosto. Niente panico, mamme! E’ possibile evitarlo con semplici accorgimenti: per proteggere i bambini da questo rischio è bene vestirli con abiti leggeri di colore chiaro, mettergli cappelli con visiera, evitare di fargli fare attività fisica nelle ore più calde della giornata (dalle 13 alle 16) e facendoli bere molto.