Nel primo post abbiamo parlato del corredino per neonato che ogni mamma deve avere assolutamente in casa alla nascita del proprio piccolo. Quali sono però le caratteristiche che rendono i corredini e gli abitini, in particolare le tutine, giusti per il vostro angioletto? Di seguito, illustreremo ciò che deve essere tenuto in considerazione quando si acquistano corredini e tutine, caratteristiche indispensabili per far stare i bimbi al sicuro…e rendere felici le neomamme.

mondopiccino_corredini

Un acquisto per ogni stagione

Le stagioni e il clima sono sicuramente il primo fattore da considerare nell’acquisto del corredino e i primi vestitini per il bebè in arrivo, maschietto o femminuccia che sia.

mondopiccino_corredino3Se l’arrivo è previsto per l’inverno,  il primo consiglio è orientarsi verso tutine di cotone pesante da abbinare a scaldacuore o copertine di lana per i momenti di freddo intenso. Non dimenticate una cuffietta, guantini e scarpine di lana da indossare con un paio di calzini di spugna, indispensabili in quanto i neonati disperdono molto del loro calore corporeo dalle estremità.

Optate in generale per un abbigliamento che permetta maggiore “libertà di azione” in caso di cambiamenti repentini di clima
: mettete la tutina di piuma solo per il freddo più intenso, altrimenti basterà una copertina di lana sulla carrozzina, rimovibile in luoghi riscaldati.

Se il bimbo, invece, nasce nella stagione estiva, l’attenzione, soprattutto alla qualità dei capi, dovrà essere maggiore: a causa delle alte temperature esterne e alla conformazione fisica delicata del vostro piccolo, i capi che scegliete dovranno essere in tessuto 100% naturale (lino o cotone) per garantire una corretta traspirazione ed evitare irritazioni.
Per combattere il caldo andranno benissimo i body a manica corta con sopra una tutina in cotone, senza mai dimenticarsi un lenzuolino o una copertina di cotone, qualora vi troviate in un locale con l’aria condizionata accesa.

Per quanto riguarda le mezze stagioni? In autunno e primavera il guardaroba del neonato deve avere dai capi più freschi per le giornate calde a quelli un po’ più pesanti per la sera. Per regolarvi al momento di vestirlo senza rischiare, vestite il piccolo “a cipolla”, con strati facilmente indossabili o rimovibili in caso di sbalzi termici: quando uscite di casa non dimenticate mai una giacchetta e una copertina da mettere nella carrozzina.

Un occhio alla qualità e alla sicurezza

Abbiamo prima accennato alla qualità dei capi, soprattutto se si tratta di abitini per neonati. mondopiccino_corredinoAnche se non sempre è possibile trovare capi di cotone biologico, orientatevi sempre verso fibre naturali di buona qualità, possibilmente non trattati con tinte chimiche dai colori scuri (che, con il calore e il sudore, possono lasciare tracce sulla pelle delicata del neonato).

Attenzione anche alle decorazioni presenti sulle tutine! Spesso per venire incontro ai gusti degli adulti i capi infantili vengono decorati con strass o bottoni che possono invece costituire un pericolo per i neonati, se ingeriti dal bambino.

 

Non sbagliare taglia

mondopiccino_corredino2Ultima, ma forse più importante considerazione da fare al momento dell’acquisto, la taglia. Se sapete già indicativamente le dimensioni che bimbo, tenete che una taglia 0 (“zero”) veste in genere neonati con un’altezza tra i 47 e i 50 cm. Se il vostro bimbo è più piccolo scegliete una taglia 00 (“doppio zero”) almeno per i primi giorni, o se è più grande potete comprare già la taglia 1-3: basatevi sulle ecografie e sui consigli del pediatra/ginecologo in tal senso.